Come funziona il letto a contenitore

come funziona il letto a contenitore

Come funziona il letto a contenitore

In ogni casa, seppur grande, lo spazio è sempre troppo poco. Gli armadi non bastano mai e si cerca di sfruttare ogni singolo angolo. I letti a contenitore rappresentano un valido supporto poiché permettono di sfruttare il vano a disposizione per riporre tutto ciò che desideriamo. Come funziona il letto a contenitore? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Letto a contenitore: le strutture

Esistono varie tipologie di letti a contenitore, da quelli classici a quelli più moderni con imbottiture laterali e rivestimenti, in tessuto o pellame. Un’ampia scelta in grado di assecondare molteplici scelte estetiche e di funzionalità. Per capire quale modello acquistare è necessario comprendere come funziona il letto a contenitore: vediamo insieme i vari sistemi di apertura e i meccanismi di dotazione.

Apertura letti a contenitore

Le tipologie di apertura, devono essere scelte in base alla capacità di sforzo di sollevamento. Le aperture possono essere manuali o automatiche. Quelle manuali hanno sistemi di trazione che consentono un’apertura verticale (con un angolo tra i 35° e i 45°) e un’apertura in parallelo (con un sistema di slittamento). A prescindere dalla tipologia di apertura l’accesso al vano è comodo ed è possibile pulire in modo approfondito senza difficoltà. Le aperture automatiche non richiedono sforzo: basta un semplice telecomando e il gioco è fatto! Per una maggiore praticità, poi, i letti a contenitore possono essere sollevati da terra con comodi piedi che consentono di pulire anche sotto il vano contenitore.

Vano contenitore

I vani contenitore, poi, possono essere a pannello unico, a doppio pannello o a serranda: la tipologia di fondo è un indicatore importante nella scelta poiché la rimozione dello stesso consente una detersione del pavimento laddove il letto non sia sollevato da terra.

Visita il nostro sito e scopri tutti i nostri letti a contenitore: approfitta della nostra offerta cliccando qui.

Differenza tra memory e lattice

differenza tra memory e lattice

Qual è la differenza tra memory e lattice?

Bella domanda! Arriva il momento di buttare il vecchio materasso e spunta il dubbio su quale materiale scegliere per concedersi il giusto e sano riposo. Ci sono molteplici varianti da considerare in base alle proprie caratteristiche fisiologiche e in base alle proprie necessità. Con questo articolo cercheremo di fugare i tuoi dubbi sulla differenza tra memory e lattice.

Differenza tra memory e lattice: ecco cosa c’è da sapere

Nessun dubbio: ciò che conta è il giusto riposo. Per questo motivo dovrai muoverti al meglio nella scelta del tuo nuovo materasso. Ogni materiale ha caratteristiche particolari e ognuna specifica per le tue esigenze. Nella scelta incidono, inoltre, aspetti di costo che non vanno sottovalutati. Prima di entrare nel merito delle differenze tra memory e lattice scopriamo di più su ognuno dei materiali.

Il memory foam

Il memory foam risulta indicato soprattutto per le persone sensibili ai punti di pressione generati dal materasso su spalle e fianchi. Si adatta al corpo prestandosi come supporto perfettamente ergonomico. Se soffri il freddo, poi, è la scelta ideale poiché assicura il giusto tepore. I materassi in memory foam sono costituiti da una struttura a strati con una parte in schiuma, un nucleo di poliuretano espanso e rivestimento esterno. Esistono varianti di memory foam: dal classico al gel passando per la tipologia a base vegetale.

Il lattice

Esistono due tipologie di lattice: quello naturale e quello sintetico. Il primo è ricavato da una pianta, Hevea Brasiliensis, ed è raccolto in forma liquida. Nella fase di lavorazione viene filtrato per rimuovere ogni traccia di particolato e viene riversato in stampi per i successivi processi di riscaldamento e vulcanizzazione. In questo modo il liquido iniziale acquista lo stato solido. La seconda tipologia di lattice, quella sintetica, è frutto della lavorazione del petrolio. I materassi in lattice sono composti a strati o solamente in lattice: tutto dipende dalla personalizzazione richiesta in fase di realizzazione.

Quale materasso scegliere?

Bene: è giunto il momento di avviarci alla scelta. Gli elementi a vostra disposizione sono già contenuti nei paragrafi precedenti. Tiriamo insieme le somme sulle principali differenze tra memory e lattice. In prima battuta l’aspetto del calore: il memory non è adatto a chi soffre il caldo a differenza del lattice che è un materiale neutrale. Il lattice è sicuramente un prodotto ecocompatibile a differenza del memory che ha un’origine artificiale. Se il memory offre una sensazione di adeguamento al corpo lo stesso non può dirsi per il lattice che consente maggiore agilità di movimento notturno. Noi di Dormi Avossa ti proponiamo un’ampia scelta di materassi sia in memory sia in lattice a prezzi realmente competitivi. Scopri di più sul nostro sito e sul sito www.materassimemoryfoammatrimoniali.it oppure approfitta della nostra incredibile offerta cliccando qui.

Come scegliere materassi memory foam

Materasso memory foam matrimoniali

Come scegliere materassi memory foam: la scelta giusta per un riposo di qualità

Un buon riposo notturno è fondamentale per il nostro benessere psicofisico. E’ necessario scegliere il materasso con molta cura tenendo in considerazione molteplici aspetti. In questo articolo ti forniremo dei consigli su come scegliere materassi memory foam.

Riscopri il benessere psicofisico

Dormire aiuta ad espellere le tossine. Lo sapevate? Ebbene si: durante il sonno l’attività metabolica rallenta e si attiva il sistema glinfatico che drena ed espelle le proteine tossiche prodotte dal cervello in fase di veglia. Questi scarti saranno poi smaltiti dal fegato. Il riposo notturno consente anche la più veloce attività cellulare: il sonno consente di migliorare la rigenerazione e la riparazione delle cellule sia a livello muscolare sia a livello epidermico. Il sonno, inoltre, consente di migliorare la memoria. In pratica, durante il sonno, il cervello rielabora quanto accaduto durante il giorno. Riposare bene consente, infine, la maggiore produzione di cellule che formano la mielina, guaina protettiva che consente la corretta veicolazione degli impulsi nervosi.

I nostri consigli

Fatte queste opportune premesse è arrivato il momento di fornirvi i giusti consigli su come operare la vostra scelta in modo corretto. I materassi in memory foam rappresentano prodotti innovativi nel mondo dei materassi. La straordinaria capacità di adattarsi al corpo e di sostenerlo durante il sonno è ormai universalmente riconosciuta. Vi sono varie proposte sul mercato che possono indurre, però, in errore. Scegliere il proprio materasso è fondamentale. Vi diciamo ora come scegliere il vostro.

Specifiche tecniche

Il memory foam consente di mantenere il calore del corpo ed è adatto a chi soffre il freddo. Si tratta, poi, di un materiale flessibile che consente di distribuire la pressione durante il riposo. I materassi in memory foam, sia matrimoniali sia singoli, sono adatti a qualsiasi peso corporeo. Adattandosi al corpo, poi, riescono a impedire movimenti durante il sonno.

Altri consigli utili

Un altro elemento da valutare è il rivestimento esterno tra cui la viscosa, il cotone, il poliestere o altre fibre.
Per le dimensioni si possono considerare nel caso del materassi singolo una larghezza compresa tra gli 80 e i 90 cm e una lunghezza tra i 190 e i 200 cm. Per i materassi memory foam matrimoniali la larghezza deve essere compresa tra 160 o 170 cm e la lunghezza tra i190 o 200 cm.
Scopri le numerose offerte di materassi memory foam presenti sul nostro sito, sul sito www.materassimemoryfoammatrimoniali.it oppure scopri la nostra offerta del momento cliccando qui.

Benvenuti nel blog di Dormi Avossa

È uno spazio dedicato a voi e alla nostra azienda in cui metteremo a disposizione tutte le nostre conoscenze offrendo maggiori informazioni sui nostri prodotti e servizi.

Non esitate quindi a contattarci o richiedere approfondimenti: in tempi rapidi cercheremo di soddisfare al meglio e in tempi brevi le vostre richieste.

Scorrendo fra le pagine del nostro sito www.dormiavossa.com, troverete informazioni utili sulla nostra attività, le immagini della nostra location e gli indirizzi utili per raggiungerci via email, telefono o in sede.

Lo staff di Dormi Avossa vi augura buona lettura.